sabato 10 dicembre 2011

Il cane più vecchio del mondo

Quando guardiamo il nostro amico Fido, magari un po' vecchiotto, speriamo possa vivere il più a lungo possibile, ma la proprietaria del meticcio Pusuke, il cane più vecchio del mondo, non sperava così tanto. Oggi Pusuke è morto all'età di 26anni e 9mesi. Il cucciolo era entrato nel Guinness dei Primati per essere il cane più longevo.

Pusuke ha smesso improvvisamente di mangiare e ha accusato difficoltà respiratorie. La sua padrona, una 42enne giapponese, ha vegliato su di lui fino all'ultimo: "È stato al mio fianco più di 26 anni, era per me come un figlio e lo ringrazio per aver vissuto così a lungo".

clip_image002

Ora il cane vivente più vecchio al mondo è un collie inglese. Ha circa 27 anni e potrebbe entrare di diritto nel libro dei Guinness dei primati. Segreto della sua longevità, secondo la proprietaria Anne Heritage, sono la dieta vegetariana e le lunghe passeggiate nelle strade di Somerset.

Ogni giorno il vecchio Bramble, questo il nome del Collie, esce almeno quattro volte dalle mura domestiche, mangia poco e soprattutto alimenti leggeri come riso, lenticchie e verdure varie. Ora è lui il più vecchio del mondo, mentre fino al 2000, custode del primato della longevità canina, era un certo Fred, esemplare inglese che campò fino a 29 anni. E poco manca perché Bramble superi il primato di tutti i tempi, ancora detenuto da un cane australiano che riuscì a resistere fino ai trent'anni suonati.

Come per noi umani, anche per i nostri amici 4zampe una sana alimentazione, su consiglio del vostro veterinario, e molto movimento sono dei buoni presupposti per una buona qualità della vita.

www.animalstore.it

bottone-animalstore380

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGPET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati:



Articolo in evidenza: