mercoledì 23 novembre 2011

L’inganno del ragno

Il ragno maschio Pisaura mirabilis è conosciuto per una sua particolarità: nella fase dell'accoppiamento usa preparare dei doni avvolti dalla sua stessa tela per le potenziali compagne. La maggior parte dei regali è costituita da insetti, ma alcuni regali sono semi di piante non commestibili o corpi vuoti lasciati dopo che la preda è già stata consumata (presumibilmente dallo stesso maschio!). Una nuova ricerca pubblicata in BioMed Central Biology sulla rivista BMC Evolutionary esamina il successo riproduttivo dei maschi ingannevoli e dimostra che le femmine non sono impressionate da regali inutili.
Tutti i Ragni maschi sottoposti all'esperimento sono stati forniti di un dono: alcuni con un dono potenziale di una mosca, o un elemento di valore, come una palla di cotone, una testa di fiore secco, un residuo preda (parte del corpo di una mosca), altri con un involucro vuoto che non conteneva alcun regalo, altri senza alcun dono. Tutti gli involucri erano circa delle stesse dimensioni, quindi le femmine non erano in grado di riconoscere il regalo senza togliere l'involucro che lo avvolgeva. I maschi che hanno offerto il dono avevano maggiori probabilità di accoppiarsi con successo rispetto ai maschi senza. Tuttavia il tempo delle femmine permesso ai maschi con i regali inutili per trascorrere il trasferimento di sperma era più breve rispetto a quelli con doni commestibili (e anche più breve per coloro che non avevano alcun regalo!). ragno

Sembra che entrambi i ragni maschi e fe mmine sono apparentemente in grado di valutare il valore del dono e modificare il loro comportamento di conseguenza. Non soltanto le femmine di ragno terminano l'accoppiamento prima del tempo se il regalo non è commestibile, ma la morte apparente del maschio, che viene provocata dal tentativo della femmina di interrompere l'accoppiamento e fuggire con il dono; si è verificato nella metà degli accoppiamenti accompagnati da un regalo commestibile e soltanto una volta in quelli con un dono privo di valore. Allo stesso modo maschi e femmine sono stati a volte visti in lotta per i doni commestibili, ma mai per un regalo senza valore.  Maria Albo che ha condotto la ricerca ha spiegato: "L'evoluzione del maschio che attua l'inganno comporta una complessa equazione di costi e benefici: il costo è dato dal trovare e avvolgere con la tela un regalo, ma questi costi possono essere ridotti se il maschio non ha bisogno di prendere prima il dono, o dà un dono che è già stato in parte mangiato (anche da lui stesso); il beneficio del dono è dato dal periodo di tempo più lungo concesso dalla femmina per l'accoppiamento, che conduce a trasferire un maggior numero di spermatozoi e, potenzialmente, un numero maggiore di figli. Tuttavia, le femmine sono astute, se il regalo è inutile capiscono l'inganno e terminano prima l'accoppiamento. Maria Albo aggiunge: "I risultati finali mostrano che il numero di uova da cova è stato inferiore se la femmina non aveva ricevuto alcun dono, ma c'era poca differenza tra le femmine che avevano ricevuto un regalo commestibile o meno. Il successo di barare probabilmente spiega perché entrambe le strategie, sia del maschio che della femmina, si sono evolute e sono mantenuti nella popolazione.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGPET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati:



Articolo in evidenza: