Passa ai contenuti principali

La “vista” dei pipistrelli

Un nuovo studio rivela che il modo di “vedere” l'ambiente circostante dei pipistrelli è molto più avanzato di quanto si pensasse prima. Lo studio, pubblicato il 13 settembre PLoS Biology, esamina i pipistrelli egiziani della frutta (Rousettus aegyptiacus), che utilizzano l'ecolocalizzazione per orientarsi all'interno delle loro caverne e trovare frutta nascosta tra i rami degli alberi. La loro alta frequenza emessa come uno schiocco forma un fascio sonoro che si estende su una superficie a forma di ventaglio e gli echi di ritorno permettono loro di localizzare e identificare gli oggetti in quella regione.

pippi 
Poiché questi pipistrelli sono dotati di poco controllo sopra le loro vocalizzazioni, gli scienziati sono perplessi su come sono in grado di navigare attraverso ambienti complessi. Il team di ricerca, guidato da Nahum Ulanovsky del Weizmann Institute in Israele e Cynthia Moss dell'Università del Maryland, riferisce che questi pipistrelli possono adattarsi alla complessità ambientale con due tattiche. In primo luogo, modificare la larghezza del loro fascio sonoro (simile al modo in cui gli esseri umani possono adeguare i recettori dell'attenzione al fine di individuare, per esempio, un amico in una stanza affollata). In secondo luogo, modificare l'intensità delle loro emissioni."Il lavoro qui presentato rivela un nuovo parametro adattativo sotto controllo in ecolocalizzazione dei pipistrelli", dice Ulanovsky.

In una serie di esperimenti, i ricercatori hanno simulato una foresta buia piena di ostacoli, piazzando delle sfere di plastica con due reti distese tra quattro poli. Per raggiungere l'obbiettivo i pipistrelli volavano attraverso uno stretto corridoio la cui profondità e il cui orientamento variavano a seconda delle sessioni dell'esperimento. Nell'ambiente ricco di ostacoli i pipistrelli riuscivano a coprire tre volte di più la stessa area rispetto alla medesima area senza ostacoli. Inoltre l'angolo che separava ciascuno dei due fasci era più ampio e il volume delle emissioni più alto; queste differenze risultavano più marcate non appena i pipistrelli si inserivano nel corridoio e si avvicinavano agli ostacoli. Questa maggiore visione di campo allargata permette ai pipistrelli di rilevare contemporaneamente le sfere e i poli e ciò gli impedisce di andare a sbattere mentre atterrano.

"Questo è il primo rapporto, in qualunque sistema sensoriale, di un aumento dell'attività nel campo della vista, in risposta alle variazioni di complessità ambientale", dice Ulanovsky." Sebbene questi nuovi risultati potrebbero essere unici per i pipistrelli egiziani a causa dei loro movimenti rapidi della lingua, Ulanovsky spiega che i loro risultati "suggeriscono che le attività rilevate nello spazio da parte degli animali possono essere molto più sofisticate di quanto si potesse pensare - e richiedono un riesame delle attuali teorie di orientamento spaziale e di percezione.

bottone-animalstore380Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGPET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Coniglio nano: tutto quello che devi sapere

Il coniglio nano è un ottimo animale da compagnia. E’ socievole, affettuoso, allegro e abbastanza facile da gestire. E’ importante però conoscere alcune regole fondamentali per la sua salute fisica e psichica.
L’alloggiamentoLa gabbia deve essere sufficientemente grande da permettere al coniglio di trascorrervi piacevolmente le ore in cui non potrà stare libero, almeno un metro quadrato. Deve contenere una casetta in cui l’animale possa rifugiarsi, un abbeveratoio ( meglio se uno a goccia e uno a terra), una ciotola in cui versare il cibo, ed essere sempre provvista di fieno. Si può anche dotare con un rullo di sali minerali che il coniglio consumerà a piacere. La lettiera è importante, poiché il coniglio ha una pelle molto delicata che facilmente va incontro ad irritazioni, vanno bene la segatura (non di pino o cedro), la paglia, il fieno e i pellets di mais. Non è adatta la lettiera in sabbia per i gatti, troppo irritante per la pelle delle zampe, e la carta di giornale che se ingeri…

La partenza delle rondini

Le rondini (Hirundo rustica)sono il simbolo della primavera ma la loro partenza caratterizza anche l'arrivo dell'autunno. La rondine è presente in quasi tutto il mondo ed è residente in tutti i continenti tranne in Australia. I nidi sono fatti di fango ed erba cementati insieme e variano nella forma per adattarsi alla locazione es . Fienili. Le rondini sono monogame. Le coppie si formano ogni primavera dopo l'arrivo nelle zone di riproduzione, anche se alcune coppie che si sono riprodotte con successo si accoppiano per molti anni ancora. I maschi, per attrarre le femmine, cantano e fanno sfoggio delle loro code. Di solito le rondini si riproducono tra maggio e agosto a seconda delle zone. Le uova di norma 4-5 bianche con macchie marroni e lilla; viene deposto un uovo al giorno e c'è spesso una seconda covata. L'incubazione dura 13-17 giorni. Centinaia di migliaia di coppie di questa specie si sono riprodotte fino alla fine di agosto e, in questi giorni, adulti e gi…

Cani in Inghilterra

Finalmente! Dal 1° gennaio 2012 cambiano le regole per portare il proprio cane in Inghilterra: tempi normali come per tutti gli altri paesi europei.Vediamo insieme quali sono le variazioni:
Non vengono più richiesti l’esame del sangue e i 6 mesi di attesa.
Applicazione del microchip a norma ISO 11784 - ISO 11785.
Passaporto UE.
Vaccinazione antirabbica dal almeno 1mese.
Trattamenti contro pulci, zecche e antielmintici effettuati non più di 48 ore e non meno di 24 ore prima dell’ingresso in Inghilterra.E' raccomandato di  vaccinare il cane/gatto per la rabbia solo dopo aver effettuato o verificato la presenza del microchip cioè l’ultima vaccinazione antirabbica del essere stata effettuata dopo l’inserimento del microchip. Ricordarsi di richiede alla ASL il passaporto UE: una volta in possesso rimane valido per tutta la vita del cane.Calcolare attentamente quando va fatto il trattamento antiparassitario, considerate il mezzo utilizzato per il viaggio: aereo, auto,…