Passa ai contenuti principali

La scelta dei pesci

 

· Acquario biotopo

· Acquario di comunità

· I pesci consigliati ai principianti

Acquario biotopo

Se avete intenzione di allevare pesci che provengono in natura dallo stesso ambiente, il vostro acquario sarà un acquario biotopo. Questo tipo di acquario ha molti vantaggi:

· i pesci, le piante e le decorazioni si adattano perfettamente

· tutti i pesci richiedono la stessa qualità dell’acqua

· avrete in casa vostra un piccolo ritaglio di un mondo acquatico realmente presente in natura

Acquario di comunità

Se invece avete intenzione di allevare pesci provenienti da zone diverse, il vostro acquario sarà più difficile da gestire:

  • i pesci avranno esigenze diverse per quanto riguarda i valori dell’acqua
  • potrebbero non essere caratterialmente compatibili tra loro

Per queste ragioni sarà opportuno, inizialmente, rivolgersi ad un negoziante di fiducia e documentarsi accuratamente sulle caratteristiche dei pesci che vorreste scegliere.

Al fine di migliorare la qualità estetica e, contemporaneamente, evitare di creare disagi ai vostri piccoli ospiti, vi consiglio di abbinare pesci che occupino zone diverse dell’acquario e di allevare un gruppo di almeno 6 pesci per ogni specie.

I pesci consigliati ai principianti

POECILIDI OVOVIPARI

La famiglia dei Poecilidi può entusiasmare sia il principiante che l’acquariofilo esperto. Questi pesci sono sempre attivi e molto pacifici; hanno colori vivaci ed occupano la parte superiore dell’acquario. Fanno parte di questa famiglia:

i PLATY (xiphophorus maculatus) i GUPPY (poecilia reticulata) i PORTASPADA(xiphophorus helleri)

clip_image002 clip_image004 clip_image005

CARACOIDEI

La famiglia dei Caracoidei affascina anch’essa tutti gli acquariofili. Questi pesci occupano la zona centrale dell’acquario, sono ottimi nuotatori e si presentano al meglio quando il loro gruppo è numeroso. I più conosciuti sono:

i NEON (paracheirodon innesi) i CARDINALI (paracheirodon axelrodi) gli HYPRESSOBRYCON

clip_image007 clip_image009 clip_image011

CIPRINIDI e RASBORE

La Famiglia dei Ciprinidi e delle Rasbore comprende pesci robusti e coloratissimi. La loro indole garantisce vivacità nell’acquario. L’unica pecca riguarda le dimensioni che alcuni di loro, come ad esempio il famoso squaletto Balantiocheilus Melanopterus, raggiungono in età adulta: sono infatti troppo grandi per far parte di un acquario di comunità. Ecco alcune specie di questa famiglia:

i RHODEUS AMARUS i BARBUS TETRAZONA i BRACHYDANIO RERIO

clip_image013 clip_image015 clip_image017

CICLIDI

Questa famiglia può essere a sua volta suddivisa in Ciclidi sudamericani, africani e nani, ma approfondiremo più avanti quali siano le differenze tra queste specie. Caratteristiche comuni a tutti i Ciclidi sono il comportamento aggressivo, per la suddivisione del territorio, ed i colori molto intensi.

Ciclidi nani: Ciclidi sudamericani: Ciclidi africani:

i PAPILIOCHROMIS RAMIREZI gli ASTRONOTUS OCELLATUS i TROPHEUS DUBOISI

clip_image019 clip_image020 clip_image022

CORYDORAS

Rappresentano i più efficaci pulitori da fondo. Sono instancabili, vivaci e vivono in branchi di 5 o 6 esemplari. Nonostante il loro continuo “brucare” il fondo dell’acquario, la loro alimentazione dev’essere integrata in modo adeguato.

clip_image024

ANABANTIDI

L’habitat di questi pesci dev’essere molto ricco di piante per fornire loro numerosi rifugi e, di conseguenza, la serenità. Sono di norma pacifici con le altre specie, ma alcuni di loro non tollerano la presenza di altri maschi, come il Betta Splendens. Una loro particolare caratteristica è il modo di respirare: sono infatti gli unici pesci che respirano aria atmosferica grazie ad un organo specifico chiamato labirinto...non preoccupatevi, quindi, se li vedete salire in superficie a respirare…

i BETTA SPLENDENS i TRICHOGASTER i COLISA LALIA

clip_image026 clip_image028 clip_image030

Continueremo la prossima settimana con un altro articolo, saranno tutti sotto la categoria acquari.

A cura di Francesca Martini

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGPET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni.

Commenti

Pesci Rossi ha detto…
Anche i pesci rossi sono dei pesci particolarmente indicati per i principianti, essendo robusti e resistenti.
Questo non vuol dire, ovviamente, che non abbiano le loro esigenze, o che possano essere cresciuti in un ambiente approssimativo o in un acquario dal litraggio inadeguato.

Post popolari in questo blog

Il Coniglio nano: tutto quello che devi sapere

Il coniglio nano è un ottimo animale da compagnia. E’ socievole, affettuoso, allegro e abbastanza facile da gestire. E’ importante però conoscere alcune regole fondamentali per la sua salute fisica e psichica.
L’alloggiamentoLa gabbia deve essere sufficientemente grande da permettere al coniglio di trascorrervi piacevolmente le ore in cui non potrà stare libero, almeno un metro quadrato. Deve contenere una casetta in cui l’animale possa rifugiarsi, un abbeveratoio ( meglio se uno a goccia e uno a terra), una ciotola in cui versare il cibo, ed essere sempre provvista di fieno. Si può anche dotare con un rullo di sali minerali che il coniglio consumerà a piacere. La lettiera è importante, poiché il coniglio ha una pelle molto delicata che facilmente va incontro ad irritazioni, vanno bene la segatura (non di pino o cedro), la paglia, il fieno e i pellets di mais. Non è adatta la lettiera in sabbia per i gatti, troppo irritante per la pelle delle zampe, e la carta di giornale che se ingeri…

La partenza delle rondini

Le rondini (Hirundo rustica)sono il simbolo della primavera ma la loro partenza caratterizza anche l'arrivo dell'autunno. La rondine è presente in quasi tutto il mondo ed è residente in tutti i continenti tranne in Australia. I nidi sono fatti di fango ed erba cementati insieme e variano nella forma per adattarsi alla locazione es . Fienili. Le rondini sono monogame. Le coppie si formano ogni primavera dopo l'arrivo nelle zone di riproduzione, anche se alcune coppie che si sono riprodotte con successo si accoppiano per molti anni ancora. I maschi, per attrarre le femmine, cantano e fanno sfoggio delle loro code. Di solito le rondini si riproducono tra maggio e agosto a seconda delle zone. Le uova di norma 4-5 bianche con macchie marroni e lilla; viene deposto un uovo al giorno e c'è spesso una seconda covata. L'incubazione dura 13-17 giorni. Centinaia di migliaia di coppie di questa specie si sono riprodotte fino alla fine di agosto e, in questi giorni, adulti e gi…

Cani in Inghilterra

Finalmente! Dal 1° gennaio 2012 cambiano le regole per portare il proprio cane in Inghilterra: tempi normali come per tutti gli altri paesi europei.Vediamo insieme quali sono le variazioni:
Non vengono più richiesti l’esame del sangue e i 6 mesi di attesa.
Applicazione del microchip a norma ISO 11784 - ISO 11785.
Passaporto UE.
Vaccinazione antirabbica dal almeno 1mese.
Trattamenti contro pulci, zecche e antielmintici effettuati non più di 48 ore e non meno di 24 ore prima dell’ingresso in Inghilterra.E' raccomandato di  vaccinare il cane/gatto per la rabbia solo dopo aver effettuato o verificato la presenza del microchip cioè l’ultima vaccinazione antirabbica del essere stata effettuata dopo l’inserimento del microchip. Ricordarsi di richiede alla ASL il passaporto UE: una volta in possesso rimane valido per tutta la vita del cane.Calcolare attentamente quando va fatto il trattamento antiparassitario, considerate il mezzo utilizzato per il viaggio: aereo, auto,…