Passa ai contenuti principali

Pseudogravidanza della cagna

DI CHE COSA SI TRATTA
La pseudogravidanza della cagna conosciuta anche come pseudociesi o gravidanza isterica è considerata come una condizione fisiologica che può manifestarsi nella cagna dopo 1-2 mesi dalla fine del calore.
Il sintomo più eclatante è l’aumento di volume delle mammelle che secernono una sostanza biancastra simile al latte. Spesso la cagna in corso di pseudogravidanza si comporta come se si trovasse nel pieno di una gravidanza vera e propria. Infatti diventa protettiva nei confronti di oggetti inanimati, si isola o cerca l’approvazione del proprietario.

pseudogravidanza cagna

LE CAUSE
Gli ormoni in questo periodo giocano un ruolo fondamentale. Infatti l’insorgenza della pseudogravidanza è causata dall’improvviso aumento del tasso di prolattina in seguito alla caduta del progesterone. Il progesterone prima prepara il tessuto mammario alla secrezione, mentre la prolattina agisce secondariamente determinando la produzione di latte.
Qualsiasi abbassamento improvviso del progesterone ematico durante il diestro può provocare l’insorgere di pseudogravidanza. Per esempio alcune situazioni a rischio  sono:
e della cagna effettuata alla fine del calore, la somministrazione di prostaglandine, trattamenti con antiprogestinici o trattamento progestinico prolungato.
Alcune malattie possono determinare l’insorgenza della patologia. Per esempio: l’ipotiroidismo, tumori e cisti secernenti dell’ovaio.

pseudogravidanza-nella-cagna 
RUOLO DELLA PROLATTINA
La prolattina ha diversi ruoli, e in particolare è fondamentale per il mantenimento del corpo luteo durante la seconda parte della gravidanza, inoltre è responsabile della produzione lattea, è un ormone cardine per la regolazione dell’ estro nella cagna, apporta effetti benefici sulla ghiandola mammaria prima e dopo il parto nella gatta. 

COME FARE DIAGNOSI 
La presenza di lattazione in assenza di gravidanza basta per fare diagnosi.
Nei casi meno evidenti si possono allontanare gli oggetti inanimati che incentivano il comportamento materno, inoltre si può far indossare un collare di Elisabetta per evitare il continuo lambimento delle mammelle.
Nelle situazioni più avanzate è necessario ricorrere a specifici farmaci per evitare la mastite.
pseudogravidanza-cagna

 
LA TERAPIA
Tra i farmaci disponibili vi sono quelli in grado di abbassare i tassi ematici di prolattina agendo su due ormoni: la dopamina e la serotonina. La prima inibisce la secrezione di prolattina agendo direttamente sull’ipofisi. La seconda invece ha un’azione stimolante. Se si desidera diminuire il tasso ematico di prolattina si hanno quindi due possibilità farmacologiche:
-farmaci con azione dopaminergica;
-farmaci con azione anti-serotoninergica.

FARMACI AD AZIONE DOMPAMINERGICA

Sono i più efficaci e i principi utilizzati sono Cabergolina  e Bromocriptina.
La Cabergolina è la molecola più indicata poichè ha pochi effetti collaterali gastroenterici (vomito) ed è molto specifica per i recettori dopaminici. Si è notato che trattamenti prolungati con questa sostanza inducono schiarimento reversibile del mantello fulvo a causa dell’azione inibitoria sull’ormone melanocita-stimolante.
La Bromocriptina è una molecola utilizzata in medicina umana. Il costo è relativamente inferiore agli altri principi ma anche l’efficacia è inferiore. Inoltre causa spesso vomito.

pseudogravidanza della cagna

FARMACI AD AZIONE ANTI-SEROTONINERGICA


Un farmaco con questo tipo di azione è la Metergolina che è in grado di inibire in modo post-sinaptico i recettori della serotonina. Questo determina un abbassamento dei tassi di prolattina. E’ un farmaco sicuro ma deve essere evitato nelle cagne iperattive e nervose.

PROGNOSI
Il trattamento della
definitivo prevede l’ovariectomia dopo il trattamento medico.
E’ stato dimostrato che episodi ricorrenti di pseudogravidanza (almeno tre)possano aumentare il rischio di insorgenza di tumori mammari a causa della distensione esagerata degli acini mammari, l’ipossia cellulare, l’aumento dei radicali liberi ossidativi. 
Proprio per questo si consiglia come trattamento di elezione l’ovariectomia.

A cura della dott.ssa Katiuscia Camboni della Clinica Veterinaria Borgarello.

Se vuoi leggere altri articoli sull’argomento clicca qui.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Rottweiler

Con piacere riportiamo il punto di vista di puppyschool.it sulla razza Rottweiler un cane di tutti ma non per tutti. L'origine di questa razza risale al XIII secolo quando Marco Polo descrisse per la prima volta i mastini del Tibet, da cui discenderebbero i Rottweiler. I mastini del Tibet venivano utilizzati come guardiani degli accampamenti militari dagli antichi Romani: le legioni romane sarebbero giunte, insieme ai mastini, fino in Germania e più precisamente a Rottweil,nel Wurtemberg. In questo luogo i mastini si incrociarono man mano con i cani da bestiame locali, fino a produrre la razza che oggi conosciamo con il nome di Rottweiler. Con il passare del tempo la cittadina di Rottweil crebbe dal punto di vista commerciale; i macellai e gli allevatori notarono l'intelligenza e l'astuzia di questi cani e decisero di iniziare ad addestrarli a condurre i bovini ai mercati. Attorno al 1900 la legge vietò il trasporto del bestiame su strada e dunque il Rottweiler

Il Coniglio nano: tutto quello che devi sapere

Il coniglio nano è un ottimo animale da compagnia. E’ socievole, affettuoso, allegro e abbastanza facile da gestire. E’ importante però conoscere alcune regole fondamentali per la sua salute fisica e psichica. L’alloggiamento La gabbia deve essere sufficientemente grande da permettere al coniglio di trascorrervi piacevolmente le ore in cui non potrà stare libero, almeno un metro quadrato. Deve contenere una casetta in cui l’animale possa rifugiarsi, un abbeveratoio ( meglio se uno a goccia e uno a terra), una ciotola in cui versare il cibo, ed essere sempre provvista di fieno. Si può anche dotare con un rullo di sali minerali che il coniglio consumerà a piacere. La lettiera è importante, poiché il coniglio ha una pelle molto delicata che facilmente va incontro ad irritazioni, vanno bene la segatura (non di pino o cedro), la paglia, il fieno e i pellets di mais. Non è adatta la lettiera in sabbia per i gatti, troppo irritante per la pelle delle zampe, e la carta di giornale che

La partenza delle rondini

Le rondini ( Hirundo rustica )sono il simbolo della primavera ma la loro partenza caratterizza anche l'arrivo dell'autunno. La rondine è presente in quasi tutto il mondo ed è residente in tutti i continenti tranne in Australia. I nidi sono fatti di fango ed erba cementati insieme e variano nella forma per adattarsi alla locazione es . Fienili. Le rondini sono monogame. Le coppie si formano ogni primavera dopo l'arrivo nelle zone di riproduzione, anche se alcune coppie che si sono riprodotte con successo si accoppiano per molti anni ancora. I maschi, per attrarre le femmine, cantano e fanno sfoggio delle loro code. Di solito le rondini si riproducono tra maggio e agosto a seconda delle zone. Le uova di norma 4-5 bianche con macchie marroni e lilla; viene deposto un uovo al giorno e c'è spesso una seconda covata. L'incubazione dura 13-17 giorni. Centinaia di migliaia di coppie di questa specie si sono riprodotte fino alla fine di agosto e, in questi giorni, adulti e g