venerdì 4 novembre 2011

Arriva il freddo... la cuccia da esterno

Con l'arrivo dei primi freddi nasce spontanea la solita domanda: dobbiamo riparare Fido dal freddo?

Se il nostro amico 4zampe ha la cuccia in giardino, esistono alcuni accorgimenti che potrete adottare per fargli superare con minor disagio la brutta stagione.

Isolare la cuccia. Se il cane vive all’esterno dell’appartamento, sarà buona norma procurargli una cuccia abbastanza robusta ed isolata termicamente, sopraelevata dal suolo in modo che l’umidità presente nel terreno non possa penetrare. Il tetto dovrà essere ben resistente e spiovente, perché l’acqua piovana possa scorrere senza allagarla. Potrete poi posizionare sul fondo della cuccia un tappetino, su cui Fido possa riposare, e fissarlo al pavimento per evitare che si sposti o che venga portato all’esterno.

clip_image002

Scegliere una cuccia in legno o in resina. Le cucce in resina sono senza dubbio molto pratiche perché semplici da pulire anche soltanto con acqua calda; bisognerà però prestare attenzione alla coibentazione, perché la resina non è un materiale particolarmente “caldo”. Il legno, essendo un materiale naturalmente “caldo” è senza dubbio adatto per la realizzazione delle cucce; ovviamente, il legno da esterno viene impermeabilizzato mediante appositi trattamenti che fanno sì che neanche una goccia d'acqua possa entrare, lasciando così il cane completamente all'asciutto.

clip_image004

Adottare un accessorio per riscaldare la cuccia. Alcuni utilizzano, all’interno del rifugio del proprio cane, lampade a basso consumo, ma attenzione: devono essere impianti in cui i fili elettrici non siano facilmente raggiungibili dall’animale. Lo stesso dicasi per alcuni tappeti riscaldabili (come le nostre coperte termiche): ve ne sono alcune in commercio pensate appositamente per gli animali domestici. In alcuni casi, con cifre decisamente superiori, si può arrivare a dotare la cuccia di un vero e proprio impianto di riscaldamento.

In realtà, riscaldare la cuccia può procurare un eccessivo sbalzo termico quando l’animale esce. E’ più sano ovviare scegliendo una cuccia più piccola e posizionando una coperta sulla porta: questi piccoli accorgimenti aiutano l’animale a mantenere il calore ambientale localizzato. Esistono inoltre alcuni isolanti ecologici da non sottovalutare, ad esempio quelli a base di schiuma di soia, in grado di costituire una barriera d'aria intorno alla struttura riducendo al massimo le dispersioni di calore. Sono semplicissime da utilizzare, infatti le si applica attraverso un normalissimo spruzzo e sono resistenti, ad eventuali muffe e funghi nella medesima misura di quelle chimiche.

Vai a vedere le cucce di  Animalstore , clicca subito qui sotto!

bottone-animalstore380 

Approfitta dello sconto del 5% dedicato ai nostri lettori inserendo in calce al modulo d’ordine il

Immagine Sconto

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed o alla newsletter per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti di TGPET.net.
Lascia un commento per dire la tua o per chiedere informazioni



Bookmark and Share

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Io ho acquistato una pedana riscaldante in un sito web di prodotti per cani. Il cane sembra apprezzare. In un primo momento ero molto scettico sopratutto a causa della corrente elettrica però la pedana funziona a 24 volt per cui direi che è perfetta.
questo è il link:
http://www.perilcane.it/dormire-kit-riscaldamento-cuccia-C15.htm

Lo staff di Aniamlstore ha detto...

Grazie per il consiglio!

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails

Ultimi 10 articoli pubblicati:



Articolo in evidenza: